Bonus casa per ristrutturazioni, riqualificazione ed ecobonus

Anche per il 2017 vengono confermati gli sgravi fiscali per le opere di ristrutturazione e riqualificazione della casa (appartamento, villa o villetta che sia). Sono previste tutta una serie di possibili detrazioni e vantaggi per tipologie di intervento che siano riconducibili alle opere citate sopra, possiamo suddividere questi interventi in:

  • Ristrutturazione e riqualificazione
  • Elettrodomestici ed arredi
  • Fondo giovani coppie
  • Riqualificazione antisismica

Bonus casa per ristrutturazioni, riqualificazione ed ecobonus

Quello per la ristrutturazione (che  interessa i soli edifici residenziali) risulta essere il bonus più usato; grazie ad esso è possibile detrarre il 50% delle spese sostenute fino ad un massimo di  96.000 euro.  Per quanto concerne la riqualificazione energetica (che interessa ogni categoria catastale di immobile), il cosiddetto ecobonus, è possibile detrarre il 65% della spesa sostenuta fino al 31/12/2017 fino ad un massimo di 100.000 euro (il massimale varia a seconda del tipo di intervento effettuato).

La detrazione irpef così ottenuta va suddivisa in 10 quote annuali a partire dall’anno di effettuazione della spesa. Sono esclusi i lavori per l’installazione di pannelli solari per la generazione di energia elettrica, l’ampliamento e su immobili privi di impianto di riscaldamento.

Per le parti comuni dei condomini è previsto un bonus apposito  per i lavori di ristrutturazione effettuati tra il 01/01/2017 e il 31/12/2021; con la possibilità di detrarre da un minimo del 65% a un massimo del 75% delle spese a seconda dell’entità dei lavori e dell’efficientamento energetico ottenuto. In questo caso le detrazioni sono calcolate su un limite massimo di 40.000 euro per ogni unità immobiliare che compone il condominio; il rimborso viene erogato in 5 rate annuali a partire dall’anno di effettuazione della spesa.

Bonus mobili ed elettrodomestici prima casa

Questa agevolazione permette di detrarre il 50% della spesa, fino ad un massimo di euro 10.000, per l’acquisto di mobili  e di grandi elettrodomestici (apparecchiature per la quale è previsto l’etichetta energetica) non inferiori ad A+  (A per i forni). L’acquisto deve essere finalizzato all’arredo di un immobile oggetto di ristrutturazione, i cui lavori siano iniziati dopo il 01/01/2016.

Fondo giovani coppie per acquisto prima casa e bonus mobili

Il bonus mobili per giovani coppie formate da almeno 3 anni, in cui almeno un componente sia al di sotto dei 35 anni, prevede la detrazione del 50% della spesa sostenuta nel 2017 fino ad un massimo di 16.000 euro. Condizione fondamentale per fruire dell’agevolazione è aver acquistato un nuovo immobile come prima casa  nell’anno 2016.

Per tutte le coppie in cui i componenti siano entrambi under 35 (o per i single under 35) che costituiscano nucleo familiare da almeno 3 anni, è previsto un fondo a supporto della garanzia prestata per ottenere un finanziamento destinato all’acquisto della prima casa (questo fondo è stato creato a supporto di quelle persone che abbiano contratti di lavoro atipici diversi da quello a tempo determinato).Lo Stato presta la garanzia del 50% della quota capitale sulla stipula di un mutuo erogato per l’acquisto di un immobile del valore massimo di 250.000,00 euro con destinazione prima casa e che non rientri nelle categorie “di lusso”.